Speciale CoronaVirus - 30 Marzo, 2020 08:38

Conferenza stampa Donald Trump, si aspettano il picco delle morti per coronavirus negli Stati Uniti tra due settimane

La conferenza stampa, per la prima volta, da quando è scoppiata la pandemia, si tiene nei giardini della Casa Bianca e non nella sala stampa come misura preventiva.

Donal Trump ha affermato che:

” Si stima che il picco del tasso di mortalità sarà probabilmente raggiunto tra due settimane. Lo dirò di nuovo. Il picco, il punto più alto del tasso di mortalità, ricordate questo, probabilmente arriverà tra due settimane … Pertanto, estenderemo le nostre linee guida fino al 30 aprile, per frenare la diffusione”

Nella sua dichiarazione, ha chiesto ai cittadini di seguire il protocollo di distanza sociale raccomandato dalla task force del coronavirus guidata dal vicepresidente Mike Pence.

“Meglio lo facciamo, prima finisce questo incubo. Non c’è niente di peggio che dichiarare la vittoria prima della vittoria”, ha aggiunto, motivo per cui ha insistito sul fatto che “è molto importante che tutti seguano fermamente le linee guida”.

Il presidente ha anche sottolineato l’importanza di test rapidi che Abbott Laboratories inizierà a distribuire la prossima settimana. I test sono in grado di verificare i contagi in soli 5 minuti. “Abbiamo più casi di coronavirus perché facciamo più test.”

Ha anche annunciato che hanno somministrato idrossiclorochina e azitromicina (ZPAC) a oltre 1.000 pazienti a New York per due giorni . Questo trattamento è una combinazione di farmaci che Trump stesso ha annunciato come promettente la scorsa settimana. Secondo il presidente, l’idrossiclorochina – un medicinale per la malaria – è efficace nel trattamento di COVID-19.

Inoltre Trump ha detto : ” stiamo aiutando l’ Italia con cose (che non ci servono al momento) e soldi “, dove il “tasso di mortalità è alto, e la stiamo aiutando molto”.

Di seguito la conferenza stampa postata su Twitter dal Presidente degli USA Donal Trump


Voi cosa ne pensate? Scrivi la tua opinione nei commenti qui sotto.


Cliccate sulle icone social per condividere articolo, e seguiteci sui social per rimare sempre aggiornati



Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *