Speciale CoronaVirus - 15 Aprile, 2020 15:41

Coronavirus e vacanze: il governo studia soluzioni per andare al mare

Con il bel tempo di questi giorni è inevitabile pensare alla stagione estiva e tutti si chiedono se sarà possibile andare al mare.
Per il prossimo decreto, il governo sta pensando a misure specifiche per il settore turismo collaborando con la commissione scientifica.

Le regioni hanno chiesto al governo un “bonus vacanze”, ossia uno sconto pari a 300€ per le famiglie che effettuano una prenotazione in una struttura alberghiera o di altro tipo oppure, uno sconto di 500€ detraibili dalla prossima dichiarazione dei redditi 2021.
Inoltre in vista della pandemia mondiale, si pensa che non ci saranno viaggi esteri e che il turismo sarà “casalingo” e caratterizzato da piccoli spostamenti all’interno del nostro Paese.

Per adesso non si è ancora certi se ci sarà la possibilità o meno di andare al mare, infatti, il decreto attualmente in vigore e valido fino al 3 maggio, vieta l’accesso alle spiagge. Molti gestori di lidi, stanno già pensando a come applicare le distanze di sicurezza, e sono al vaglio diverse possibilità come per esempio distanziare gli ombrelloni gli uni dagli altri attraverso box di plexiglass, o ancora di prevedere una passerella igienizzante (un tunnel sotto il quale le persone passano e vengono spruzzate con soluzioni disinfettanti.

Una cosa è certa: lo sforzo fatto fino ad oggi non deve essere vanificato per il periodo di vacanze estive e il governo, insieme alla commissione scientifica dovrà far in modo di garantire a tutti vacanze sicure.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *