News - 21 Maggio, 2020 09:58

La polizia ha arrestato più di cento mafiosi che intascavano illegalmente il reddito di cittadinanza


Più di 100 mafiosi hanno sottratto fondi statali destinati alle famiglie con difficoltà

Tutte le persone arrestate appartenevano alla “Ndrangheta in Calabria, e includevano ricchi gangster con stretti legami con i capi o con ruoli chiave all’interno del gruppo criminale organizzato”, è quello che dichiarano le forse dell’ordine italiane.

E’ stato arrestato anceh Alessandro Pannunzi, figlio di un uomo soprannominato come il famoso colombiano Pablo Escobar. Suo padre Roberto è stato “unanimemente considerato dagli investigatori italiani e americani come uno dei broker di cocaina più importanti del mondo e si vantava di non contare i suoi soldi, ma di soppesarli“, ha affermato la polizia. La moglie di Alessandro è figlia di “uno dei principali produttori colombiani di cocaina

I truffatori hanno presentato richieste di sostegno al reddito usando false identità

Il regime di riduzione della povertà noto come reddito di cittadinza, o “reddito dei cittadini”, è destinato ai cinque milioni di italiani che vivono al di sotto della soglia di povertà.

La ‘Ndrangheta, che prende il nome dall’antica parola greca per “coraggio“, si ritiene generalmente che abbia superato i suoi concorrenti siciliani e napoletani grazie al traffico di cocaina proveniente dall’America Latina. La sua roccaforte è la Calabria nel sud Italia, ma è diventata sempre più potente nel nord Italia e anche all’estero. Gli esperti della mafia affermano che è l’unico gruppo criminale organizzato presente in tutti i continenti.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *