Primo piano - Speciale CoronaVirus - 30 Marzo, 2020 15:36

L’OMS ha concluso che il coronavirus non viene trasmesso per via aerea e pertanto non è necessario utilizzare mascherine negli spazi pubblici

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pubblicato un nuovo rapporto tecnico in cui garantisce che il nuovo coronavirus non si trasmette per via aerea, ma attraverso il contatto con le goccioline respiratorie(tosse e starnuti) dei pazienti infetti . Affinché il trasferimento avvenga, entrambe le persone devono trovarsi entro un metro e la persona infetta deve tossire o starnutire. Inoltre, l’agenzia delle Nazioni Unite ha ammesso che il nuovo coronavirus può anche essere diffuso se il paziente tocca la superficie, e immediatamente dopo, una persona sana lo fa, o che quest’ultimo utilizza oggetti dal paziente, come un termometro .

In questo senso, l’OMS ha riferito che la trasmissione nell’aria si verifica quando c’è una presenza di microbi all’interno dei nuclei delle goccioline , che possono rimanere nell’aria per lunghi periodi di tempo ed essere trasmessi ad altri a distanze maggiori di un metro.

” Potrebbe essere possibile in circostanze e ambienti specifici in cui vengono eseguite procedure o trattamenti di supporto che generano aerosol”

Tuttavia, l’agenzia ha insistito sulla scarsa evidenza scientifica che esiste sulla possibilità che il nuovo coronavirus sia trasmesso attraverso l’aria, sebbene abbia riconosciuto che la trasmissione aerea potrebbe essere possibile in circostanze e ambienti specifici in cui eseguire procedure o trattamenti di supporto che generano aerosol .

Ad esempio, può essere trasmesso quando si è verificata intubazione endotracheale , broncoscopia, aspirazione aperta, somministrazione di trattamento nebulizzato, ventilazione manuale prima dell’intubazione, quando il paziente è stato posto in posizione prona , quando il paziente è stato disconnesso dal ventilatore, o quando vengono eseguite ventilazione non invasiva a pressione positiva, tracheostomia e rianimazione cardiopolmonare.


Per questo motivo, l’OMS ha rifiutato l’uso di maschere da parte della popolazione sana che non è in contatto con i pazienti e ha insistito sulla necessità di un’adeguata igiene delle mani, compiti di disinfezione e mantenimento della distanza fisica.

Proprio il vicedirettore del Centro per il coordinamento degli allarmi e delle emergenze sanitarie, María José Sierra, ha assicurato che “non vi è alcun rischio” di contrarre il virus se non si indossa una maschera per strada.

Fonte:Oms

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *