Finanza - 4 Maggio, 2020 14:27

si teme la recessione di Hong Kong

L’analista di ING Iris Pang teme che la recessione di Hong Kong durerà più a lungo della pandemia di Covid-19.

Venerdì scorso, la polizia antisommossa si è scontrata con i manifestanti, usando spray al pepe per disperderli da un centro commerciale

I consumi sono diminuiti del 10,3% su base annua poiché le opportunità di shopping e viaggi sono state fortemente ridotte durante l’epidemia di Covid-19. Gli investimenti sono diminuiti del 13,9% su base annua, poiché i progetti di costruzione sono stati rimandati in quanto è stato vietato il lavoro all’aperto

A differenza di altre economie che potrebbero tornare alla normalità dopo la scomparsa di Covid-19, Hong Kong ha più sfide da affrontare.

I manifestanti a favore della democrazia sono tornati in piazza e influenzeranno le attività commerciali e di ristorazione, come hanno fatto nella seconda metà del 2019. Si prevede che le proteste diventeranno più violente e danneggeranno sempre più il settore del commercio al dettaglio.

La disoccupazione è già aumentata nella vendita al dettaglio e nella ristorazione e le proteste indicano che i disoccupati impiegheranno più tempo a trovare un altro lavoro nello stesso settore. Ciò allungherà i tempi di ricerca di lavoro e aumenterà quindi il tasso di disoccupazione.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *